Passa ai contenuti principali

Post

Post recenti

UFO e Pulp Mags, le flying saucers prima del 1947

Relazione di Maurizio Verga alla quarta giornata di storiografia ufologica (Torino, 11 marzo 2017). L'iconografia dei primi dischi volanti dal 1947-148 a ritroso, fino ad illustrazioni e progetti apparsi tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX. Parte I di 3 Relazione di Maurizio Verga alla quarta giornata di storiografia ufologica (Torino, 11 marzo 2017). L'iconografia dei primi dischi volanti dal 1947-148 a ritroso, fino ad illustrazioni e progetti apparsi tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX. Parte II di 3 Relazione di Maurizio Verga alla quarta giornata di storiografia ufologica (Torino, 11 marzo 2017). Parte III di 3 Ricerche nelle emeroteche online per raccogliere le fonti primarie necessarie per una rigorosa ricerca storiografica del fenomeno dei dischi volanti: l'esempio del lavoro dedicato all'ondata del 1947. Relazione -I Dischi di Carta- di Maurizio Verga convegno CISU 2016 A supporto di quanto esposto negli interessan

Retrocomputing di computer minori

Tra gli argomenti " classici del Retrocomputing " non si può ignorare alcuni modelli di home computer , che in Italia, ed Europa e nel mondo, non andarono commercialmente bene.  Altri furono dei grossi FLOP commerciali in assoluto, oppure furono prodotti che scatenarono lotte legali, tali da causare l'espulsione di società d'elettronica fuori dal mercato! Retrocomputing di computer minori :  MSX (1983)  e  Commodore C16 (1984) e Atari ST (1985)  e Olivetti PRODEST (1987)  Commodore A600 (1992)  e Sinclair QL ed Apple Newton (1993) Computer MSX Lo standard MSX (acronimo di " M achines with S oftware e X changeability") fu uno standard informatico per un gruppo di home computer, sviluppato in Giappone agli inizi degli anni 1980s, fu ideato da Kazuhiko Nishi vicedirettore della filiale giapponese di Microsoft. L'intento era di creare delle linee guida, per la costruzione di computer compatibili, da parte di numerosi produttori hardware. Vi son

Retrocomputing: IBM 5160 PC XT, PS/1 Model 2121, cpu AMD K5/K6

Nel breve, :-)  intenso blogging nel mondo del " Retrocomputing " con links all'emulazione, non era possibile ignorare il primo Personal Computer della IBM , che diede luogo ad una vistosa serie di cloni PC, PC-Compatibili, PC-Assemblati, permettendo anche d'installare microprocessori diversi da Intel: AMD un marchio, ancora presente nell'informatica moderna! . IBM 5160 PC-XT Presentato nel 1983 e venduto sino al 1987, l'IBM XT era basato sulla stessa architettura del modello precedente: il bus dati era a 16 bit con gli slot ISA. Il sistema era progettato per l'uso commerciale: dotato di 128 kB di RAM, un drive per floppy disk da 360 kB da 5.25", un hard disk da 10 MegaBytes, una porta seriale, otto slot ISA ad 8 bit, motorizzato da un microprocessore Intel 8088 da 4.7MHz ed una piccola ROM. All'accensione l'XT bootava cercando il sistema operativo nel disco, era il PC-DOS 2.0 con interfaccia a linea di comando, il computer aveva in ROM

In Italia 74'159 morti di Covid nel 2020, come mai così tanti decessi?!

 In questa breve bloggata straordinaria,  cagionata dai temi di propaganda CATTOCOMUNISTA, che appestano in modo ossessivo ogni Mass Media italico , tanto da spingermi ad affrontare la tematica: Ci sono tanti morti, molti di più in II° ondata, perchè ci sono tanti infetti in II°ondata. Ci sono tanti infetti in II°ondata perchè: Il governo+PD+M5S hanno alacremente creato un contesto dal 22/lug/2020 in cui il SARS-cov-2 detonasse in un'epidemia da contagi di ritorno L'azione del (governo+PD+M5S) è stata  operosamente coadiuvata da tutti i Mass Media CATTOCOMUNISTI Nel silenzio-assenso di mattarella e di bergoglio  ( li ho scritti volutamente in minuscolo! ) Ottenuta la detonazione di II°ondata, governo+PD+M5S non hanno fatto niente sino al 12/nov/2020 http://www.coviditalia.tk Siamo a dicembre 2020 e possiamo tirare i bilanci a 31/12/2020: la lotta al Covid è inefficace! . L'Italia è nel 2020 il peggior paese Europeo per morti di Covid . L'Italia è il peggior QUARTO

Retrocomputing: Commodore 64, Amiga 1000

Commodore C=64 Il Commodore 64 alias C64 oppure C=64 è un mostro sacro del retrocomputing, fu un home computer della Commodore Business Machines Inc. commercializzato dal 1982 sino al 1994. Fu immesso sul mercato due anni dopo il Commodore VIC-20, il C64 aveva capacità di memoria, grafiche e sonore superiori rispetto al primo. Inoltre offriva una buona compatibilità software ed hardware, fu il computer più venduto nella storia dell'informatica, con circa 22 milioni di unità prodotte e vendute; il successivo Commodore 128 ne mantenne la compatibilità hardware e software, grazie ad una modalità dedicata. Il " biscottone " aveva una tastiera QWERTY che inglobava nel case una motherboard con 64Kb di RAM, 20kb di ROM, un microprocessore MOS 6510 ad 8bit ad 1Mhz di clock . Il computer poteva caricare da disco il sistema operativo proprietario GEOS caricabile da un disco esterno da 5.25" della famiglia 1540s-1570s. Di solito però gli utenti del tempo, collegavano al pr

Retrocomputing: Apple ][e, Apple //c

Apple ][e L' Apple ][e fu un home/office/school computer che fu commercializzato dal 1985, fu lo sviluppo  del modello Apple ][ venduto nel 1977 e poi modificato in Apple ][+ diffuso dal 1979 , infine il computer ][+ fu potenziato e migliorato in  Apple ][e  proposto nel 1985 . Il computer Apple ][e era in un case di plastica beige, di forma parallelepipeda tozza, inglobava tastiera QWERTY/QZERTY ( era possibile cambiare istantaneamente da una, all'altra, tramite un selettore meccanico posto sotto la tastiera ), l'alimentatore e la motherboard. La motherboard dell'Apple ][e aveva 7 slot, più un connettore AUX, di serie l'Apple ][e montava 64Kb di RAM, 16Kb di ROM (in cui risiedeva l'Applesoft BASIC), era motorizzato da un microprocessore MOS_65C02 ad 8 bit, ad 1Mhz. Di serie la motherboard Apple ][e aveva un'uscita per un joystick ed un'uscita TV, un'uscita composito a cui di solito era collegato un monitor Apple a colori oppure Apple a fosfori

Retrocomputing: prima di Mac 128K, Lisa, era Xerox Star

Il primo computer Apple " quasi " Macintosh era un Lisa , aveva il sistema operativo ad interfaccia grafica e mouse, il computer fu sfornato dalla Apple nel 1983 tuttavia fu un FLOP commerciale perchè l'hardware costava tantissimo e spesso andava a fuoco a causa del surriscaldamento!. Il primo computer Apple che non andava a fuoco, aveva un sistema operativo ad interfaccia grafica e mouse, fu sfornato con successo dalla Apple nel 1984 e si chiamava Macintosh 128k tuttavia, non furono queste le prime innovazioni in questo ambito!. La Xerox già nel 1981 aveva proposto una costosissima linea di computer per l'industria, la Xerox Star che de facto anticipava tutte le funzionalità del System della Apple!. Il prezzo di vendita della workstation Xeroz era $75'000 a cui aggiungere $16'595 dollari per ogni workstation aggiuntiva. Il computer aveva un disco rigido interno della Shugart da 10 Megabyte (con dischi da 8 pollici di grandezza). Graf