Passa ai contenuti principali

Ufologia classica: code red, UFO presso AFB Edwards 7 ottobre 1965

C'é un caso tra i molti eventi ufologici presenti nel ginepraio della letteratura ufologica che merita di essere evidenziato. E' un caso che é stato DESEGRETATO dal Pentagono: sono state diffuse le tracce radar, quanto le registrazioni audio, il personale militare é stato quindi liberato dall'obbligo di segretezza.
http://www.nicap.org/edwards65dir.htm

Il caso fu investigato per primo nella trasmissione ufologica degli UFO Hunters -Code Red- una puntata veramente storica e mitica che non é mai stata trasmessa in Italia. Per la prima volta gli investigatori hanno avuto modo di mettere le mani sulle tracce radar, le piste audio dell'evento ufologico, in base al Freedom Information Act. Poiché l'evento fu desegretato, i militari tutti furono liberati dall'obbligo del silenzio per ragioni di sicurezza nazionale. Uno dei molti testimoni della AFB Edwards dell'evento, che fu osservato da 4 basi militari dotate di radar, fu messo a confronto con ingegneri aeronautici e storici dell'aviazione, per capire cosa accadde quella notte.

Su Youtube sono rintracciabili la testimonianza del sergente Chuck Sorrells di stanza all'Air Force Base di Edwards il 7 ottobre del 1965 come controllore di volo.
Quattro oggetti, uno molto grande e tre più piccoli che si erano staccati dall'oggetto principale e volavano in formazione ed in modo autonomo. Luci bianche e colorate, pulsanti, che stazionavano od acceleravano ad enorme velocità od effettuavano virate impossibili per gli aerei dell'epoca. Fu contattato "UFO officer" ossia l'ufficiale addetto al blue book, era chiaro che l'oggetto era un vero UFO: non era un'inversione termica, non era un pallone meteorologico, non era una stella, non era un elicottero, non era un aeroplano americano/canadese noto al NORAD. Il comandante della base di Edwards, dopo 2-3 ore di manifestazioni anomale, ebbe a sentire il NORAD e l'alto comando, ebbe a concedere lo scramble. L'intercettore F106 riportò un contatto radar, ma poi li UFO salirono rapidamente di quota, con una velocità incredibile, quindi ebbero a sparire nell'alta atmosfera, confondendosi tra le luci delle stelle, presumibilmente in orbita bassa.
Questo é invece la registrazione audio desegretata e posta in libera condivisione su YouTube.
UFO officer da non confondere con UFO office, all'epoca 1965 il Blue Book era ancora aperto ed era naturale che vi fossero ufficiali USAF addetti allo studio dei casi UFO.

Dal tono di voce della registrazione, si capisce che l'evento era stato osservato da molto tempo, i militari erano abituati al segreto militare, sopratutto a non esprimere proprie opinioni. Tuttavia nella registrazione, parlando al superiore e solo su richiesta di questo, i militari rivelano la loro convinzione che il velivolo che era osservato (anche da altre basi aeree), potesse essere un velivolo alieno (manifestazione tecnologica non presente nell'aresenale USA) al punto che, i militiari usano la buffa espressione "quite (alien) invasion" and "little green men".

Alla fine, l'ufficiale in comando ebbe a concedere lo scramble di un F106 in codice Alfa Lima 06.

L'evento ufologico ebbe a durare 5 ore, furono avvistati 12 UFO, dall'alta quota sino alla bassa quota, sia dalla base di Edwards che da altre basi. Gli oggetti che avevano anche una conferma con un avvistamento visivo, erano reali, non poteva essere un'inversione termica, non erano aerei noti o sperimentali o segreti, non erano palloni metereologici, neppure stealth blimp. Inoltre nella AFB Edwards non esistevano embedded gli ufficiali meteo, per cui è chiaramente detto più volte, non furono mai lanciati palloni meteorologici.

Anche altre basi avvistarono gli UFO, tanto che ci sono 40 ore di registrazione tutte segretate dall'USAF, tranne le 6 ore che sono state declassificate in questi ultimi anni, tra cui questo stralcio audio, che è stato condiviso online.