Passa ai contenuti principali

Snorkeling & Mute Shorty

In questa breve bloggata si ragionerà sulla divertente attività dello snorkeling e del suo equipaggiamento.
  • Una maschera
  • Un boccaglio (non strettamente necessario)
  • Un paio di pinne (non strettamente necessarie, abituandosi a nuotare con le pinne poi difficilmente si mantiene l'abitudine a saper nuotare senza pinne a rana o stile libero, delfino, dorso) in alternativa un paio di scarpette di gomma da mare.
  • Una muta Shorty (non strettamente necessario, ma un indumento assai consigliato e preferibile da indossare)
  • Camera GoPro (opzionale)
Di tutto l'equipaggiamento, è la muta shorty l'indumento più utile ed importante, ve ne sono di vario genere e possono essere scelte in funzione del tipo di acque in cui s'andrà a fare il bagno. In genere si classificano le acque calde (superiori a 20°C) le acque temperate (tra 17 e 22°C), le acque fredde (tra 12 e 17°C) le acque molto fredde (tra 7 e 12°C).

La muta va provata prima di comprarla, ed è bene indossarla restando in mutande od in costume. Deve essere facile da indossare e facile da togliere. Deve permettere movimenti comodi a braccia e gambe: ovviamente deve avere uno spessore adeguato per il mare dove s'intende nuotare.

In Italia in genere nei mesi estivi la temperatura dell'acqua è sempre superiore ai +20°C quindi le mute shorty che possono essere scelte, sono molto economiche non dovendo disporre di NEOPRENE molto spesso. Una muta shorty estiva, con uno spessore di 1.5mm-2mm sarà più che sufficiente!.

La muta shorty vi permetterà con poca spesa di fare un bagno più lungo, oltre ad essere un utile indumento che vi proteggerà dalle meduse!. Le mute economiche non sono mai a tenuta stagna, anche buttandosi in acqua non evitano MAI uno schock termico, ma ne riducono solo la magnitudo. E' bene quindi prima di buttarsi in mare, acclimatarsi alla temperatura più fresca del mare, specie se prima si è trascorso molto tempo al sole!.

Inoltre le mute shorty sono sempre dotate di zippo (posteriore od anteriore) con una flamella di protezione, tuttavia le mute per mari caldi, non sono mai a perfetta tenuta stagna!. Dalla zippo filtrerà inevitabilmente acqua di mare, per cui è IMHO preferibile avere una muta shorty con la zippo sulle spalle (l'acqua di mare filtrerà nelle spalle, poi una volta riscaldata dal tepore del corpo, passerà per gravità/movimento del corpo anche sul busto anteriore, che è sempre bene mantenere al caldo).

Una muta shorty con una zippo frontale sarà sicuramente assai più facile da indossare MA causerà maggiore scomodità e maggiore shock termico, a causa del fatto che l'acqua di mare più fredda che filtrerà dal davanti per le inevitabili infiltrazioni, vi colpirà subito al busto, rendendo poco utile l'indumento marino.

L'acqua filtrata nella tuta in ogni caso, rimarrà all'interno della muta, restando a contatto del vostro corpo (che è in movimento facendo attività fisica) vi toglierà il sudore e l'umidità della traspirazione corporea, contemporaneamente la piccola zavorra d'acqua si riscalderà, concorrendo a mantenere un buon comfort, permettendovi di restare a vostro agio in acqua anche per 3h di fila!.

Ovviamente è buona cosa ;-) non fare MAI la pipì dentro la muta :-) dato che sarebbe peggio che pisciare controvento!

La manutenzione della muta in NEOPRENE è semplice:
  1. una volta tornati a terra rivoltatela e lasciatela asciugare preferibilmente all'ombra, 
  2. poi a casa (o sui bagni) risciacquatela con acqua dolce prima dalla parte interna (e fatela asciugare all'ombra) 
  3. poi rivoltate la muta e risciacquate l'esterno, sempre usando acqua dolce e poi fatela asciugare all'ombra. 
  4. Questo permetterà di togliere il sale, la sabbia, la crema solare/rimasugli di pelle rimasti attaccati alla muta, mantenendo in perfetta efficienza la vostra muta Shorty.
Con poca spesa e pochissima manutenzione, vi godrete per moltissime stagioni un ottimo indumento da mare, che vi regalerà tante ottime nuotate & snorkeling!.


Quando la muta shorty diventerà larga e sbracata, perchè il materiale sintetico avrà ceduto, facendo diventare l'indumento lento e fastidioso perchè non aderendo al corpo, nel movimento in mare, tenderà a muoversi sfregando e generando lividi oppure, se con il tempo si apriranno falle nella muta a causa di tagli per sfregature accidentali con sassi e scogli, allora sarà ora di buttare la muta ;-) e comprarne un'altra nuova!


Argomenti Correlati:
Decathlon: mute shorty
Amazon: mute shorty