Passa ai contenuti principali

The disappearance of flight 412 (1975)

Nel 1975 Hollywoood sfornò il film "the disappearance of flight 412" é il primo film dal sapore veramente "ufologico", che non abbia un plot catastrofico da guerra dei mondi, che non abbia un taglio classico SciFi anni 195x-196x, e che tenda a proporre al telespettatore una chiave complottista (osservata da un narratore, che é interno al cover up), narrando eventi romanzati che appaiono assai verosimili al telespettatore.

Il colonnello Pete Moore dell'USAF comanda il gruppo Whitney, composto da tecnici provetti in grado di far funzionare qualsiasi radar. Quando il volo sperimentale 412 osserva un UFO e casualmente è testimone dell'abbattimento di 2 phantom F4 mandati in uno scramble contro l'UFO. Il volo sperimentale sarà poi dirottato dall'alto comando in una base abbandonata, dove i quattro avieri saranno privati del sonno e subiranno pesanti pressioni psicologiche, dal servizio segreto dell'USAF al fine di farli ritrattare. Il colonnello Moore ha subito la sparizione del volo 412 cerca di recuperare e proteggere i suoi quattro piloti, cercherà d'indagare in modo autonomo per scoprire dove l'aereo ed i suoi piloti, siano stati sequestrati. Alla fine si recherà in una base abbandonata, dove riuscirà a liberare i 2 piloti con i 2 esperti radar, facendo valere il suo grado. Andrà a protestare con forza dal suo comandante, il generale dell'USAF competente della difesa dello spazio aereo della costa West degli USA, dove tuttavia apprenderà che tali eventi non possono essere rivelati all'opinione pubblica, in quanto l'USAF non vuole scatenare il panico o turbare l'ordine pubblico nel proprio paese. Il colonnello Moore ed i 4 testimoni lasceranno la casa del generale, sperando che in un futuro un cambio politico oppure i tempi cambino, al punto da poter informare anche l'opinione pubblica circa la natura degli avvistamenti effettuati.